Arezzo in Primo Piano

Lettera di un omosessuale alla Chiesa di Roma

L’Autore Eduardo Savarese presenta il libro nell’ambito di Armonie

SavareseArmonie: libri, musica e arte nei più significativi contenitori culturali di Arezzo, volute da Arezzo Città del Vasari e sostenute da Caffè River, Chimet, Fior, Gimet Brass, Italfimet, Gp Rent, Aytec e Lungarno 23. Dopo gli eventi inaugurali che hanno coinvolto scrittori e artisti come Paolo Isotta, Nazzareno Carusi, Domenico Nordio e il Trio Controvento, ruotanti attorno alla valorizzazione e alla riscoperta dell’arte del Maestro trecentesco aretino Andrea di Nerio, è la volta di uno scrittore intenso e originale e di un tema di sofferta attualità.

Eduardo Savarese, autore del bellissimo romanzo “Le inutili vergogne”, cattolico praticante, omosessuale, magistrato, impegnato nel volontariato sociale, scrive una “Lettera di un omosessuale alla Chiesa di Roma” (Edizioni E/0, settembre 2015) sulla scottante questione del matrimonio gay. È un pamphlet colto e rigoroso sulla questione dell’omosessualità condannata dalla Chiesa cattolica, ma è al tempo stesso una testimonianza toccante sulla condizione omosessuale oggi, a partire dal racconto di tanti episodi della vita di un cattolico omosessuale.

Continua a leggere

ARMONIE! Musica, Libri, Arte e Passeggiate culturali

Un Concerto di Natale Controvento

Angeli

Continuano le Armonie: libri, musica e arte nei più significativi contenitori culturali di Arezzo, volute dal nostro magazine e Ufficio Stampa e sostenute da Caffè River, Chimet, Fior, Gimet Brass, Italfimet, Gp Rent, Aytec, Lungarno 23 e Tenuta Sette Ponti. Dopo l’evento inaugurale a Casa Bruschi, ora un Concerto di Natale di inusuale e antica dolcezza affidato al Trio Controvento.

Continua a leggere

Armonie

Musica, Libri, Arte e Passeggiate culturali ad Arezzo, dall’8 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016

Madonna con BambinoSiamo felici di presentarvi  il tradizionale cartellone di fine anno, ancora una volta all’insegna dell’originalità e della qualità: libri, musica e arte riuniti nel progetto Armonie, realizzato grazie al sostegno esclusivo delle aziende Caffè River, Chimet, Fior, Gimet Brass, Italfimet, Gp Rent, Aytec, Lungarno 23 e Tenuta Sette Ponti.

Le Armonie inizieranno il giorno dell’Immacolata a Casa Bruschi e toccheranno anche il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna, Mudas, Duomo, Santa Maria della Pieve e la  Libreria Feltrinelli. Con l’anno nuovo si sposteranno nel Teatro Comunale di Anghiari.

Continua a leggere

Economia e sfida climatica. Se ne parla ad Arezzo con Terre Comuni

Un nuovo clima. Come l'Italia affronta la sfida climatica”. Questo il titolo del libro di Francesca Santolini che sarà presentato lunedì 30 novembre ad Arezzo alle ore 18 presso la Sala Convegni di Confindustria Toscana Sud, in via Roma 2. L’incontro è stato organizzato dall’associazione “Terre Comuni” in occasione della XII Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

All’incontro parteciperanno, oltre all’autrice, Erasmo D'Angelis, direttore de L'Unità; Antonio Navarra, Presidente del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici; Giuseppe Meduri, responsabile delle relazioni istituzionali per ENEL; Luigi Dallai, presidente di Terre Comuni e deputato membro della Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici; Marco Donati, deputato, membro della Commissione attività produttive.

Continua a leggere

Saluti da Icastica

Icastica 2015Icastica 2015 è, se possibile, ancora più brutta e inutile delle sorelle che sono defunte senza lasciare nessun ricordo, nessuna eredità. Di più, è un bluff assurdo, povero e mal mascherato, operazione quest’ultima che era riuscita per le passate edizioni. La cricca dell’arte contemporanea italiana, che cinicamente viene manovrata e manovra i pierre, disdegnando ed essendo disdegnata da storici e critici d’arte veri, ha trovato qui un orticello. E giardinieri dilettanti, pateticamente presuntuosi, autenticamente provinciali. Guardate il sito di Icastica, provate a leggere il pistolotto iniziale, con tanto di etimologia della parola e sentirete – sotto le immagini fighette e nemmeno aggiornate – la puzza di vecchio, il tentativo di provocare senza riuscirci, il compiacimento malandrino di chi fa una cosa che non ha senso per Arezzo ma non ne avrebbe nemmeno per un’altra città di provincia che – come tutte oggi in Italia – è massacrata dalla crisi e dalla mancanza di una strategia locale e nazionale per il turismo.
Perché la questione è questa: posto che Icastica e altre menate del genere non sono

Continua a leggere

Arezzo: si è insediato il consiglio comunale, la maggioranza si spacca sul presidente

Il primo Consiglio comunale di Ghinelli SindacoQuesta mattina si è insediato il primo consiglio comunale dopo le elezioni a sindaco di Alessandro Ghinelli. È tutto proseguito secondo la norma fino alla votazione del Presidente del Consiglio Comunale, evento che ha scatenato un’autentica bufera. Tre i candidati: Alessio Mattesini di Forza Italia, Francesco Macrì di Fratelli d’Italia e Massimo Ricci, candidato dei Cinque Stelle.  Viene eletto Alessio Mattesini con 27 voti. È lui il nuovo presidente del consiglio comunale, grazie anche ai voti del Pd.

Continua a leggere

È Giunta! Ecco la nuova amministrazione comunale di Arezzo appena varata da Ghinelli

Chi è Alessandro Ghinelli. È il sindaco più atteso dai media visto che è riuscito nell’impresa di vincere sul centrosinistra nella città renzianissima del ministro Boschi. È il sindaco più atteso dal centrodestra locale non solo perché è l’uomo della rivincita, ma perché confida che la sua buona amministrazione possa compensare e arginare la grave crisi di fiducia degli elettori moderati. È il sindaco più atteso anche dal centrodestra nazionale, visto che è reduce da una cena ad Arcore, invitato da Berlusconi insieme ad altri sindaci del riscatto azzurro e insieme a  Vittorio Sgarbi (innamorato della Valdichiana al punto da portarne alcune opere d’arte all’Expo). E ora è il sindaco più atteso dagli aretini, anche da quelli che non lo hanno votato visto che ha iniziato la presentazione della nuova giunta comunicando che il Comune ha una situazione finanziaria delicatissima e un deficit di 2.5 milioni di euro. Così il sindaco ha spiegato la scelta tecnica di Alberto Merelli, noto dottore commercialista e ora anche assessore a Finanze, bilancio, tributi e società partecipate. Un ritorno: Merelli era già stato assessore nella giunta di Lucherini.  L’altro assessore “tecnico” è Barbara Magi, con delega a Sicurezza, protezione civile e personale. E si capisce perché, la Magi è attuale vice prefetto vicario di Siena.
La Giunta è completata da

Continua a leggere

Delirio per Porta Crucifera: vince la Giostra del Saracino con il 5 di Alessandro Vannozzi

Giostra del Saracino di San Donato. 20 giugno 2015Trentasette: è questo il numero più urlato, cantato e festeggiato della notte. Il nuovo numero delle Lance d’Oro del Quartiere di Porta Crucifera, cresciuto grazie alla vittoria di ieri sera. Già da diverse edizioni il quartiere dei rosso-verdi bramava la vittoria, negli ultimi anni sfuggitagli letteralmente dalle mani per banali errori o supremazia tecnica dei giostratori avversari. Superiorità dei giovani Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci di Porta Santo Spirito per esempio, superiorità che in questa edizione però non c’è stata. I due giostratori – che i pronostici volevano vincitori di questa giostra – hanno corso un Saracino letteralmente da dimenticare, non riuscendo a totalizzare complessivamente più di un solo punto. Gianmaria

Continua a leggere

Alessandro Ghinelli è il nuovo sindaco di Arezzo

Alessandro Ghinelli è il nuovo sindaco di Arezzo: 608 voti in più di Bracciali.

“Non ci siamo mai posti limiti e alla fine nonostante lo sfavore con cui partivamo ce l’abbiamo fatta”.


Ha vinto Ghinelli e il suo progetto di lista civica OraGhinelli, al primo turno subito secondo partito di Arezzo. Ha vinto Ghinelli e la sua capacità di mettere insieme tutta la destra, da Forza Italia alla Lega a Fratelli d’Italia, riuscendo ad assicurare un equilibrio altrove impensabile, nonostante la presenza forte e dominante della sua lista civica (che si è rivelato il più bel successo politico del nuovo sindaco).


Ha vinto Ghinelli, 50,8 contro 49,2. Ma la forbice è molto più ampia di quello che dicono i numeri:  Ghinelli recupera oltre 8 punti e 2.300 voti rispetto al primo turno, Bracciali di voti ne perde quasi mille. L’astensionismo ha fatto il resto.


Ha perso Bracciali e non gli basterà attaccarsi alle motivazioni “alte” e “politiche” che stanno già arrivando per  lenire e giustificare la sconfitta. Bracciali ha perso innanzitutto il ballottaggio, incapace com’è stato di mantenere il vantaggio del primo turno. La sua #nuovastagione ha pagato poco. E soprattutto è sembrata più realizzabile la #nuovastagione proposta da Ghinelli. Ingegnere, docente universitario, ha scientificamente e continuamente marcato i temi che si ripromette di affrontare ora che è sindaco di Arezzo. Innovazione, turismo, sicurezza, economia, sociale, sport e salute: un’idea diversa e discontinua nei confronti della giunta di sinistra su ogni fronte. E su quello caldo della sanità ha avuto un aiuto insperato dal governatore Rossi che, a soli pochi giorni dal voto, ha ipotizzato Arezzo come sede della Usl Area vasta Toscana del Sud. Tanti aretini si sono sentiti presi per i fondelli.


Ha perso Bracciali perché non è sembrato il dominus della sua coalizione.
Ha vinto Ghinelli perché è il dominus della sua coalizione.

 

GIULIA AMBROSIO


15 GIUGNO 2015

Ghinelli e il centrodestra costringono il renziano Bracciali al ballottaggio

Ottima la performance del M5stelle, straordinaria quella della Lega, premiante quella della lista civica Ora Ghinelli

Grafico Elezioni Comunali Arezzo 2015

Fonte: Comune di Arezzo

 

Il ballottaggio era già nelle previsioni ed era diventato certo con il risultato delle regionali e con lo scrutinio delle prime schede del voto comunale, iniziato alle 14 di ieri: anche Arezzo sceglierà il suo sindaco il 14 giugno, con un ballottaggio che vedrà contrapposti Matteo Bracciali e Alessandro Ghinelli. Alla fine i numeri sono 44,2% per Bracciali e 36% per Ghinelli. Ottima la performance del Movimento 5 Stelle con Massimo Ricci al 9,1% (5,8 alle comunali del 2011). Buona quella di Gianni Mori (Insieme possiamo e Cittadinanza attiva) al 4,6%, tutti al di sotto del 2% gli altri candidati, compresa la battagliera Maria Cristina Nardone.

Il ballottaggio è frutto della grande sorpresa offerta dalle liste, a partire da quelle che sostenevano Braccali.

Sceso il Pd al 35,9 (dal 39,3 del 2011), ben sostenuto dall’exploit della lista Arezzo in Comune e dall’assessore in carica Francesco Romizi con il 4,7, dai Popolari con il 3,5 e da un’ininfluente lista civica sotto il 2%.

Più omogenea la coalizione di centrodestra che sosteneva Ghinelli: qui la lista civica, Ora Ghinelli, è addirittura al 12,2%, Forza Italia al 10%, la Lega a 8,6 (partiva dal 3,5 del 2011), Fratelli d'Italia a 4,1. 

In ordine, le prime cinque liste ad Arezzo sono quelle di Pd, Ora Ghinelli, Forza Italia, Lega Nord e M5S.

Alessandro Ghinelli e Matteo Bracciali

 

 

 

Redazione Online
02 GIUGNO 2015